Sei qui: HomeLaboratorioChimicaStrumenti in dotazione

clicca sul logo di Accredia per verificare lo stato di accreditamento delle singole prove effettuate da Lambda.

(il link è gestito direttamente da ACCREDIA)

 


Altre apparecchiature

Il laboratorio è dotato di sonde per l'analisi di pH e di conducbilità nelle acque o in altre tipologie di matrici (alimenti, terreni ecc..).

Ha un dispositivo (Hygropalm23-Aw) per l'analisi dell'acqua libera negli alimenti.

Spettrofotometro UV-Visibile

Lambda possiede uno spettrofotometro UV-Visibile Shimadzu UV 1700. Il principio su cui si basa la tecnica è l'assorbimento, da parte del campione, di un fotone ulltravioletto o un fotone visibile emesso da una sorgente luminosa.

Lo spettro che si ottiene ha in ascissa l'assorbanza e in ordinata la lunghezza d'onda. L'assorbimento della radiazione segue la legge di Lambert – Beeer ed è quindi proporzionale alla quantità di cromoforo. L'assorbimento è caratteristico di ogni cromoforo presente nel campione.

Con questa tecnica si possono eseguire analisi su acque particolarmente inquinate come azoto totale, fosforo totale, ammonio nitriti ecc..

Gas cromatografia

Il laboratorio ha un gas-cromatografo con rivelatore spettrometro di massa Shimadzu GCMS-QP2010S. Nella gas cromatografia la fase mobile è costituita da un gas che trasporta l'analita all'interno della fase stazionaria per poi arrivare al rivelatore, dove gli analiti sono separati in base al loro rapporto massa/carica tramite campi magnetici. Gli ioni con diverso rapporto massa/carica vengono ottenuti facendoli passare attraverso un fascio di elettroni ad energia nota. Le molecole diventano così instabili e si frammentano in ioni.

Questa tecnica viene utilizzata per fare analisi sulle acque come per esempio triazine, idrocarburi policiclici aromatici, composti organici volatili (VOC) o su alimenti, come l'analisi degli acidi grassi. Il laboratorio è in grado di fare analisi in spazio di testa previa concentrazione del campione con SPME.

Altri articoli...

Login

iscriviti e avrai accesso ad aree riservate ai soli iscritti e clienti



Newsletters

Iscriviti

Iscriviti alla nostra newletters.
Privacy e Termini di Utilizzo

Aflatossina M1

Il limite fissato dalla legge (Reg. CE 1881/2006) per la quantità massima di aflatossina che può essere contenuta nel latte è di 50 ng/kg. Nel caso di una bovina adulta, per produrre latte con una quantità di aflatossina M1 inferiore, considerando che la quantità di mangime ingerito sia di 12 kg/ss/giorno il massimo ...

leggi l'articolo: Aflatossina M1

Go to top