Corsi di formazione

I corsi di formazione hanno una valenza indiscutibile ma costano e non è sempre vero che occorre farli obbligatoriamente, contattaci per sapere quali sono obbligatori e quali non lo sono.

 

Listeria

... è un batterio Gram positivo a forma di bastoncello, asporigeno e  mobile grazie alla presenza di flagelli. Secondo la tassonomia le specie di Listeria sono 6: L.grayi, L. innocua, L. ivanovi, L. monocytogenes, L. seeligeri e L. welshimeri. Tra queste solo L. monocytogens è stata, fino ad oggi ... vuoi saperne di più?

clicca sul logo di Accredia per verificare lo stato di accreditamento delle singole prove effettuate da Lambda.

(il link è gestito direttamente da ACCREDIA)

 


Celiachia

La celiachia, o malattia celiachia, è una malattia permanente su base infiammatoria dell'intestino tenue caratterizzata dalla distruzione della mucosa di questo tratto intestinale.
E' causata da una reazione autoimmune al glutine, la frazione proteica alcol-solubile di alcuni cereali quali grano, orzo, segale. Molti sono gli alimenti che contengono questi cereali, tra i più diffusi pane, pizza, pasta, biscotti.

La completa e permanente eliminazione del glutine dalla dieta è l'unico trattamento attualmente disponibile per ottenere la remissione dei sintomi e la prevenzione della complicanze della malattia celiaca.

Sai leggere l'etichettatura dei prodotti senza glutine? Sai preparare e conservare cibi per celiaci a casa?

Clicca qui per fare il test e avere ulteriori informazioni dal Ministero della Sanità

Verifica

Per verifica , nei piani di autocontrollo e nei sistemi di gestione certificabili, si intende la conferma, sostenuta da evidenze oggettive, che una richiesta è stata soddisfatta ovvero un'attività è stata svolta (da UNI EN ISO 9000:2005). In sostanza in un'attività di verifica si vuole rispondere a due domende: viene fatto quello che ho previsto? Viene fatto con le regole che ho previsto?

Si sottolinea che a differenza del concetto di Validazione, la verifica non tiene in conto lo scopo per il quale un'attività viene svolta, ma solo se viene svolta o meno e come. Per questo motivo, la verifica deve essere eseguita con una certa frequenza e non può essere una attività svolta una tantum.

II principi HACCP e le leggi/regolamenti che li richiamano, prevedono che le attività identificate per controllare i pericoli di sicurezza alimentare, come ad esempio la conservazione refrigerata o la pastorizzazione, debbano essere periodicamente verificate. Analogamente la verifica è richiesta, ad esempio, per confermare che le regole di buona prassi igienica vengano costantemente attuate e mantenute attive, oppure, nel caso di sistemi certificati, per garantire che la progettazione di prodotti nuovi avvenga secondo l'iter previsto.

La verifica è un elemento fondamentale per raccogliere dati sulla base dei quali decidere se le regole stabilite in partenza sono ancora valide, se sono attuabili facilmente o se, viceversa, ci sia bisogno di qualche aggiustamento o modifica, ma anche se un copeker esegue l'attività secondo gli accordi presi.

Attività di verifica sono ad esempio: analisi di laboratorio, ispezioni in fasi operative e preoperative e audit.

Validazione

Con questo termine si intende la conferma sostenuta da evidenze oggettive che dei requisiti sono stati soddisfatti (da UNI EN ISO 9000:2005). In altre parole la validazione è la dimostrazione che un processo, un'attività, raggiunge il suo scopo. La validazione deve essere sotenibile ed oggettiva e quindi non può essere risolta con "ho sempre fatto così". Alcuni esempi possono essere d'aiuto.

La procedura di pulizia e sanificazione è fatta da prodotti, modalità di dosaggio e utilizzo, attrezzature ed operatori che sono peculiari per ogni azienda. Non è possibile pertanto rifarsi in toto a dati documentali di altri, anche se del produttore dei sanificanti, per avvalorare i risultati ottenuti con una data procedura di pulizia; è necessaria una validazione. Dovranno essere pianificate una serie di attività che, tutte insieme, dimostrano che la procedura in atto ottiene il suo risultato, ovvero avere superfici pulite e disinfettate. La validazione non si esaurisce, in questo caso, in una serie di analisi eseguite sulle superfici, ma include, ad esempio, la verifica dei principi attivi e della validità e ripetibilità delle modalità di dosaggio.

La shelf life o vita commerciale dei prodotti finiti è un altro importate campo di applicazione delle validazioni. Infatti essendo ogni prodotto il frutto originale di una complessa interazione di attrezzature, persone, ingredienti, processi di produzione e confezionamento, non è possibile determinare aprioristicamente quale sarà la sua durata e se la durata effettiva sarà o meno quella desiderata. Naturalmente la conoscenza dei processi produttivi e delle tecnologie utilizzate, sono la base fondamentale per pianificare la validazione della shelf life e per valutare le possibili modifiche, così come la conoscenza delle caratteristiche intrinseche del prodotto e la sua conservazione e destinazione d'uso

Anche le misure di autocontrollo (refrigerazione, pastorizzazione, vaglio al metal detector,...) devono essere validate, perchè, pur partendo da dati bibliografici, si deve garantire che proprio quello che viene fatto in azienda ( con le sue attrezzature, i suoi operaotri e le sue impostazioni e necessità tecnologiche) e non un generico processo di pastorizzazione, refrigerazione,..., siamo efficaci. Anche in questo caso, la validazione non si risolve in una serie di analisi che pure, in taluni aspetti come quello microbiologico, hanno un peso fondamentale per garantire che lo scopo è stato raggiunto.

Lambda predilige, ove possibile, la validazione per via documentale sostenuta dai dati storici dell'azienda, in modo da limitare al massimo i costi di questo tipo di operazioni. Tuttavia, per esigenze specifiche dei clienti, è possibile pianificare ed eseguire prove di validazione ad hoc comprensive, se necessario, di condizioni simulate.

Altri articoli...

Solo i Laboratori di prova accreditati sono in grado di fornire al mercato (business, P.A., consumatori) dichiarazioni di conformità affidabili, credibili e accettate a livello internazionale. ACCREDIA infatti valuta e accerta la loro competenza, applicando i più rigorosi standard di verifica del loro comportamento e monitorando continuativamente nel tempo le loro prestazioni, e aderisce agli Accordi internazionali di mutuo riconoscimento.

[ACCREDIA]

Login

iscriviti e avrai accesso ad aree riservate ai soli iscritti e clienti



Newsletters

Iscriviti

Iscriviti alla nostra newletters.
Privacy e Termini di Utilizzo
Go to top